Tags archives: matrimonio

Serve davvero la figura di un fotografo professionista chiamato a documentare il matrimonio?

visto che siamo davanti a milioni di immagini realizzate da chiunque con smartphone

selfie-matrimonio

E’ indispensabile il fotografo matrimonialista?

Anni fa il fotografo di matrimonio aveva il compito di fotografare (quindi documentare) due persone il giorno del loro matrimonio. Come sostiene Michele Smargiassi in questo interessante approfondimento, il fotografo aveva il compito sociale di fare vedere quello che era successo: “ci siamo sposati!!!! E’ vero! Guardate le fotografie.”

Avevo già parlato in un vecchio articolo di quanto fosse ritenuto importante in passato avere una fotografia vestiti da sposi.

Come se una fotografia avesse il compito di dire la verità. Ci siamo sposati, ci sono le prove, ci sono le fotografie.

Sempre Smargiassi nel suo articolo:
Quegli album erano la prova che il matrimonio era avvenuto, in modo adeguato e secondo le regole, ed era valido. Poi qualcosa è cambiato, e anche molto in fretta. L’album non deve più certificare che l’evento è accaduto, ma che l’evento è riuscito”.

Andrei ancora oltre dicendo che l’album sembra (sbagliando ma ne parlerò in un altro articolo) superato e che anche per  far vedere che l’evento è perfettamente riuscito non sembra indispensabile la figura del fotografo professionista, visto la miriade di immagini che circoleranno dell’evento stesso.

Quindi, fatte queste premesse, nei nostri tempi, dove produrre una fotografia è più un gioco, che un documentare, è ancora indispensabile la figura del fotografo di matrimonio?

foto selfie matrimonio

 

Da fotografo matrimonialista mi verrebbe da dire che è assolutamente indispensabile, ma mentirei un po’ anche a me stesso … il fotografo di matrimonio non è più indispensabile.

Sono dell’idea che il fotografo di matrimonio non ha più il compito, come succedeva anni fa, di documentare, il più delle volte sommariamente  e per stereotipi  (pensiamo alla “indispensabile” foto delle firme al registro della parrocchia)  il matrimonio.
Ha però il compito di far ricordare, attraverso i suoi occhi e la sua sensibilità, gli attimi irripetibili che starete per vivere. Non immagini sommarie, prodotte un po’ a casaccio per far vedere a tutti il fatto che 2 ragazzi si sono sposati, ma belle fotografie scattate con estro e creatività per far ricordare a 2 ragazzi come erano belli e innamorati quando si sono sposati.

Sembra una sottile differenza ma è enorme. Non più fotografie per far vedere che un evento ci sia stato o per fare vedere che un evento è perfettamente riuscito, ma fotografie per ricordare un matrimonio. Fotografie per ricordare e far rivivere una giornata che vale sicuramente la pena ricordare.

Per questo sì che è indispensabile un fotografo di matrimonio. Ma deve essere il fotografo giusto. Non scelto a casaccio tra i mille fotografi di matrimonio. Deve essere un fotografo di matrimonio con uno stile ben riconoscibile, uno stile di fotografie che vi faccia dire: “così, con fotografie come queste, vorremmo ricordare il nostro matrimonio”

Per capire meglio quello che vorrei provare a dire date un occhiata alla sezione del mio sito “LOVE STORIES” dove cerco di raccontare i matrimoni in modo completo.

Quando scegliete il fotografo per il vostro matrimonio, non fatelo per il budget ( comunque importante) non fatelo i regali proposti di volta in volta (comunque importanti) e non sceglietelo per comodità. Sceglietelo per le sue foto, per il suo stile nel raccontare il matrimonio, sceglietelo se le sue fotografie vi trasmettono qualcosa. Sceglietelo non per avere delle semplici immagini, ma per avere delle fotografie che vi trasmettano qualcosa.
Se sceglierete bene (e per bene non intendo a tutti costi il fotografo che sta scrivendo) farete sicuramente una scelta giusta.

Non sono nemmeno più d’accordo con la frase cavallo di battaglia di mille fotografi:
“l’unica cosa che ti rimarrà del matrimonio sono le fotografie. Non fare l’errore di risparmiare sul servizio fotografico”
Come dicevamo prima, avrete tantissime immagini del vostro matrimonio scattate da chiunque. Non confondete però le immagini con le fotografie. Sia le immagini che le fotografie rimangono, quindi non è vero che rimarrà solo il lavoro di un fotografo professionista. Però immagini e fotografie avranno un peso diverso. E non è nemmeno detto che sia meglio una o l’altra. E’ una questione di consapevolezza. E’  capire e avere bene in mente quello che si vuole.

amici fotografi al matrimonio

Potremmo attualizzare la frase “le mie fotografie saranno l’unica cosa che vi rimarrà del matrimonio” con:
Attraverso le mie fotografie rivivrete le sensazioni e le emozioni di quel giorno. E se sarò bravo a farvele rivivere, allora sì, quelle sensazioni saranno l’unica cosa che rimane di quella splendida giornata

Se sceglierete un fotografo, fatelo perché volete avere delle fotografie scattate con la sua sensibilità e il suo stile.
Come diceva Cartier Bresson le fotografie non si fanno con la macchina fotografica  ma con … (non lo riscrivo lo avrete letto sicuramente su milioni di siti di fotografi 🙂 )

fotografo matrimonio



se vi serve un fotografo per il vostro matrimonio e quello che ho scritto vi ha incuriosito, scrivetemi alla mia mail info@alessandroambrosetti.it oppure usate il modulo CONTACT di questo sito. Sarà un piacere scambiare 2 chiacchiere e capire se posso essere il fotografo giusto per il vostro matrimonio

contact Ambrosetti

Quanto è importante

la post produzione nella fotografia di matrimonio.

Quanto conta la post produzione per scegliere

il fotografo per il proprio matrimonio?

Andiamo con ordine:
prima di tutto cos’è la post produzione di un servizio fotografico e nello specifico di un servizio fotografico di matrimonio?

Per post produzione fotografica si intende tutto quello che viene fatto alle fotografie (nel mio caso di ritratto o matrimonio) per modificarle, abbellirle, correggerle, in alcuni casi quasi stravolgerle.

prima e dopo

esempio di post produzione “prima e dopo”

Parto con il dire che per quello che mi riguarda non voglio mai stravolgere le fotografie. Le fotografie di matrimonio devono servire, lo ripeto da sempre, a far ricordare il giorno del matrimonio. Non è un ricordo distorto quello che voglio dare a chi si affida a me per le fotografie del proprio matrimonio. Se mai un ricordo vivo, bello, spontaneo, curato ma mai distorto. La mia post produzione serve ad abbellire un attimo vissuto, ma mai a stravolgerlo. Non dico che non sia giusto farlo, dico che il mio stile, la mia fotografia, non è quello. Se è quello che si cerca per le proprie fotografie di matrimonio, probabilmente non sono il fotografo giusto da contattare 🙂

Ma allora è fondamentale la post produzione delle fotografie? Incide nel prezzo del servizio fotografico matrimoniale?

Andiamo con ordine:

Non è fondamentale ma come vedrete dalle foto dell’articolo, sicuramente serve ad abbellirle, correggere qualche piccolo errore di ripresa (sì lo ammetto anche se faccio il fotografo di matrimonio da oltre 15 anni qualche piccolo errore di ripresa lo faccio ancora 🙂 ) serve renderle più vive e farle diventare proprio come le avevo previsualizzate prima del fatidico “Click”
Se fatta bene,  la post produzione delle fotografie è forse quello che (insieme alla selezione delle stesse) porta via più tempo di tutto il servizio fotografico. Nel mio caso si divide in una post produzione di base, che viene fatta a tutte le fotografie, per eventualmente correggere quei piccoli errori di ripresa, e una post produzione più attenta che verrà fatta alle foto a cui va maggiore attenzione che  andranno poi a essere stampate per comporre il proprio album del matrimonio.

post produzione fotografia

foto senza nessuna post produzione

post produzione fotografia

foto con post produzione “base”

Ogni fotografo ha (o almeno dovrebbe avere) un suo modo di vedere e post produrre le fotografie del matrimonio. Per questo motivo, anche il modo di post produrre le fotografie non va sottovalutato quando si è in cerca di un fotografo per il proprio matrimonio. Il che non vuol dire scegliere chi post produce pesantemente e chi invece post produce poco, ma scegliere chi ha un tipo di post produzione che più piace

post produzione foto

“prima”

post produzione foto

post produzione per rendere interessante una fotografia senza stravolgerla

Ultimo, ma non ultimo in importanza, suggerimento che mi sento di dare, è quello di non farsi troppo attirare da una post produzione troppo “alla moda” e se lo si fa di esserne consapevoli. Le mode vanno e vengono, anche in fotografia esistono mode e tendenze che fanno parte del periodo e del momento. Saperle individuare ee esserne consapevoli è un buon inizio per non pentirsi nel tempo. L’album di matrimonio, o le fotografie del matrimonio anche solo in formato digitale, saranno una cosa che vi accompagnerà per sempre e che dovrebbe essere al di sopra di tutte le mode e i momenti.
Per farvi capire meglio provo a fare un esempio banale:
con il primo avvento della fotografia digitale era molto in uso la moda della fotografia in Bianco e Nero con alcuni particolari a colori. Era una moda. In alcuni casi lasciava gli sposi stupiti.
A tanti fotografi e sposi piaceva.
Immaginatevi adesso un album di matrimonio con tante foto in bianco e nero con i particolari a colori …

Ripeto, niente di sbagliato nella post produzione alla moda di adesso, come non c’era niente di sbagliato nelle foto in bianco e nero con i particolari a colori. Basta essere consapevoli che quello sarà il ricordo del matrimonio che ci accompagnerà per tutta la vita.

foto matrimonio

“prima”

foto matrimonio

fotografia post prodotta per valorizzare senza essere esageratamente stravolta

Lo ripeterò allo sfinimento, io voglio fare fotografie che servano per far ricordare per tutta la vita e non per stupire 10 minuti. Per questo cerco una post produzione che valorizzi le foto e il momento ma che non lo stravolga. Fotografie e post produzione per ricordare e non per stupire 🙂 questo è un po’ il mio motto e cercherò il più possibile di essere fedele sempre al mio modo di vedere e raccontare il matrimonio.

Di seguito, in questo veloce articolo che spero possa servire a far capire un po’ quello che sta dietro ad una fotografia di matrimonio, vi faccio vedere qualche fotografia senza nessuna post produzione e qualche fotografia con la post produzione che piace a me, e che spero possa piacere anche a voi 🙂

foto matrimonio

“prima”

foto matrimonio post

post produzione sul colore

matrimonio civile

“foto come scattata”

matrimonio civile

post produzione per valorizzare il momento

ingresso chiesa

“prima”

ingresso chiesa

“dopo”

fotografie matrimonio

“prima” a colori come scattato

fotografie matrimonio

“dopo” la più classica delle post produzioni per trasformare uno scatto da colore a Bianco e Nero

foto di coppia

foto originale

foto di coppia

post produzione sempre rivolta a valorizzare e non a stravolgere una fotografia



Spero di non avervi annoiato.

Erano giusto 2 parole per far capire che anche quello che “non si vede” o si vede poco è importante per avere un bel ricordo del proprio matrimonio.

Se vi sono piaciute le mie fotografie e il mio di post produrle dopo il matrimonio, contattatemi tranquillamente attraverso la mia mail info@alessandroambrosetti.it o più semplicemente usando il modulo CONTACT di questo sito.

Sarà un piacere capire insieme se posso essere il fotografo giusto per il vostro matrimonio 🙂